I sepolcri

Le numerose tombe, isolate od organizzate in sepolcri, testimoniano l’intensità del popolamento nell’età tardo – repubblicana ed imperiale nel territorio dell’attuale Municipio Montesacro e della Riserva Naturale della Marcigliana.

Le tombe rinvenute sono state realizzate con tecniche e stili diversi che rispecchiavano lo “status” del defunto: le sepolture a cappuccina o a cassone, d’entità povera e le tombe monumentali a torre o a tempietto (mausolei), appartenenti a famiglie più ricche. Questi mausolei non devono essere considerati isolati, ma insieme con altre sepolture formavano vaste aree sepolcrali.

Le sepolture si collocavano essenzialmente lungo gli assi stradali come la via Nomentana e la via Salaria. L’Appia Antica è la consolare che ha mantenuto meglio delle altre queste caratteristiche; lo testimoniano la presenza di numerosi mausolei e sepolcri lungo l’antico selciato.

È inoltre importante sottolineare come ogni villa avesse uno o più cimiteri.