I casali e le torri

Durante il medioevo si può riscontrare il riutilizzo di strutture di epoche precedenti come le villae romane su cui sorsero i casali, ed i mausolei, trasformati in torri di guardia con funzione di avvistamento. Esempio tipico è la Torre del Caricatore, realizzata in difesa di Ponte Salario nel 537 d.C. sui resti di un mausoleo romano del I sec. a.C., che presenta della pietra alternata chiara e scura sul rivestimento esterno per renderla visibile da lontano. Le torri rivestite con questo sistema erano chiamate Vergate.

Altre torri di avvistamento erette su mausolei romani sono quelle della Cecchina e di Capobianco, detta anche Torre di Castiglione. Vi erano inoltre le Torri di Tor S. Giovanni, di Serpentara, di Sette Bagni e di Tor Boschetto.

Numerosi erano i casali fortificati, ognuno dei quali facente parte dell’omonima tenuta reggente: il Casale di Redicicoli, Casale della Cesarina, Casale della Marcigliana, Casale di Massa.